Menù

Rac D2100 & Rac D2420 – Culture diverse, Service comune

Dopo il grande successo del gemellaggio dello scorso anno tra il Distretto 2100 e il Distretto 2440 (Turchia), lo scorso 28 Marzo 2019 si è proceduto ad un nuovo gemellaggio Italo-Turco con il Distretto 2420. L’idea, nata dall’idea del socio del Club di Crotone Andrea Filice, è stata quella di ampliare il bagaglio culturale e di conoscenze del nostro Distretto, attraverso un Service comune.
Due Distretti tanto lontani quanto uniti dagli stessi ideali e valori rotariani.

Quest’anno la città scelta per suggellare questa unione è stata Istanbul, metropoli dalla storia millenaria e che porta con sé secoli di storia Cristiana e Musulmana. Basti pensare che Istanbul era la “capitale” dell’Impero Romano d’Oriente, divenuta cristiana con la conversione di Costantino e che vide l’alternarsi della cultura Cristiana a quella Musulmana per molti anni, alternanza che ancora oggi si percepisce grazie agli innumerevoli siti storici sparsi per la città.

Anche quest’anno l’iniziativa è stata accolta con fervido interesse da parte dei soci del Distretto 2100, che hanno preso parte al suggellamento del gemellaggio non solo Distrettuale, ma anche tra i Club che essi rappresentavano ed il Club Rotaract Sayier Istanbul. Quattro sono stati i Club che hanno sposato questa iniziativa: i Rotaract Club di Catanzaro, Rende, Nocera Inferiore Sarno e Reggio Calabria Sud Parallelo 38 i quali, attraverso i rispettivi presidenti o delegati, hanno apposto le loro firme sui documenti ufficiali.

Il viaggio è durato 4 giorni, brevi ma intensi, durante i quali si sono alternate visite della città, Service e divertimento. Il Service comune che ha unito i Distretti delle due Nazioni ha visto i ragazzi impegnati nel ristrutturare un’ala di una scuola elementare della città, attraverso un dipinto sulle pareti, unitamente alla creazione di una biblioteca per bambini con la donazione di libri e scaffali.

Questa avventura ha lasciato in ogni singolo partecipante un bellissimo ricordo e una rinnovata voglia nello scoprire le meraviglie e le culture di tutto il mondo, unendo utile e dilettevole, nel vero spirito Rotariano e Rotaractiano.

La forza della nostra associazione risiede proprio in questo: unire due mondi, due culture estremamente diverse, per portare del bene nelle comunità bisognose.

Perchè il Rotaract è questo, un ideale, uno spirito, un modus operandi che non ha limiti geografici, di cultura o di lingua. Il Rotaract è osservare, pensare, agire. Mettere sè stessi in gioco per migliorare ciò che c’è attorno; ma facendolo sempre con il sorriso e la spensieratezza di giovani adulti che, consci dei propri limiti, si uniscono, collaborano ed agiscono.

Al prossimo Rotar-Act!