Menù

Pet Therapy

Il termine Pet Therapy è stato coniato dallo psichiatra americano Boris Levinson nei primi anni ’60 e letteralmente significa “terapia dell’animale da affezione”. Si tratta di una una pratica di supporto ad altre forme di terapia tradizionali che sfrutta gli effetti positivi dati dalla vicinanza di un animale ad una persona.

Questi interventi funzionano grazie alla relazione che si instaura fra un animale domestico e un utente (bambino, anziano, persona malata etc…): una sintonia complessa e delicata che stimola l’attivazione emozionale e favorisce l’apertura a nuove esperienze, nuovi modi di comunicare, nuovi interessi.

Per favorire lo sviluppo di queste attività il Rotaract Club Avellino Est, ha inaugurato un percorso di “Pet Therapy” presso l’ IIS G. De Gruttola di Ariano Irpino. 

Grazie alla disponibilità del Dirigente Scolastico Prof. Pietro Petrosino, della Prof.ssa Anna Petriello e dell’ associazione “Rosa Vitillo pet therapy” sono state organizzate 6 giornate formative con l’intento di facilitare la comunicazione e le relazioni interpersonali. 

La Pet Therapy ha, infatti, l’obiettivo di facilitare l’incontro soggetto e animale attraverso la scoperta di nuove strategie comunicative finalizzate alla realizzazione di un approccio più consapevole e responsabile. 

Non si tratta solo di una particolare modalità di cura, ma anche di un efficace modo per capire quanto di positivo l’animale può trasmettere ai bambini, agli anziani, a chi soffre, a chi è stressato, a chi non ha nulla di particolare ma si gioverà sicuramente dell’energia trasmessa da un amico a 4 zampe.

L’animale non giudica, non rifiuta, si dona totalmente, stimola sorrisi, aiuta la socializzazione, aumenta l’autostima e non ha pregiudizi. In sua compagnia diminuisce il battito cardiaco e calano le ansie e le paure. Inoltre, favorisce la piena espressione delle persone, che tra gli umani si riduce di solito solo al linguaggio verbale».

Al prossimo Rotar-Act!